L’Aida da tre soldi

Home / Progetti / L’Aida da tre soldi

Opera punk laida ma non troppo per etiopi metropolitani, sgraziati faraonici e grazie piramidali…

Lo spettacolo prende a prestito dall’Aida di Giuseppe Verdi l’idea di rappresentare un popolo di “diversi” alla ricerca del riscatto.

In una discarica metropolitana, gli schiavi etiopi, costretti a costruire insensate piramidi di spazzatura, sfidano il potere dei faraoni – bambini biondi bellissimi – che vorrebbero emarginarli per sempre. Ma gli schiavi si riscatteranno, sulle note del capolavoro verdiano, travolgendo i faraoni con la spazzatura per poi potersi avventurare verso il mondo, con rinnovata libertà di esprimersi e sentire.

Ideato e diretto da Denis Gaita.

“Il cuore in scena”, documentario di 50′ prodotto da Cristina e Carlo Concina durante le prove dello spettacolo, ha vinto un premio speciale al Torino Film Festival nel novembre del 1999.

 

L’Aida da tre soldi Estratto video

Anche quest'anno, come negli anni precedenti, la nostra Associazione grazie ai Vostri contributi, ha potuto beneficiare del 5 x 1000. Nel mese di agosto ci è stato devoluto l'importo di euro 1848,04 relativo all'anno 2014-15, che verrà utilizzato per coprire parte delle spese necessarie all'allestimento e alla messa in scena del nostro spettacolo "Lottatori - Sguardi sollevano vento". Dopo l'anteprima presso il teatro Sala Argentia di Gorgonzola (MI) nel 2016, stiamo infatti preparando il nostro debutto milanese.

A prestissimo per tutte le informazioni riguardanti l'evento!